• Informazioni generali

Dottorato in Ingegneria Industriale

Obiettivi formativi

Il corso di dottorato in ingegneria industriale si propone di formare figure professionali di elevata qualificazione, in grado di inserirsi nell’industria meccanica, navale, aerospaziale e gestionale sia in ambito nazionale che internazionale. Il complesso delle attività di formazione è volto al raggiungimento, da parte dei dottorandi, di un’adeguata conoscenza delle metodologie di progettazione innovativa, di analisi tecnico-economica ed energetico-ambientale, di gestione e controllo di impianti industriali e manifatturieri, e dei sottosistemi che li compongono. Particolare attenzione viene inoltre posta alla preparazione degli allievi a svolgere attività di ricerca scientifica sia di tipo teorico-numerico che sperimentale nelle università e nei centri di ricerca. 

I percorsi formativi e gli obiettivi di ricerca sono in forte sinergia con le realtà nazionali ed internazionali di settore, che in qualche caso hanno anche finanziato borse aggiuntive. E' sempre molto incentivata la permanenza presso enti di ricerca italiani ma soprattutto stranieri e la redazione di articoli scientifici.

Il dottorato è organizzato in curricula ai fini di un miglior coordinamento didattico e di un controllo sul raggiungimento degli obiettivi formativi. In tal modo è possibile affiancare alla tradizionale formazione ingegneristica, una preparazione interdisciplinare, capace di analizzare sistemi complessi, caratterizzati da forti interazioni tra aspetti tecnici, tecnologici, economici e sociali.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Come già indicato negli obiettivi formativi, la missione del corso di dottorato in ingegneria industriale è quella di formare figure professionali altamente qualificate, in grado di inserirsi nell’industria meccanica, navale, aerospaziale e gestionale sia in ambito nazionale che internazionale.

I principali sbocchi occupazionali previsti sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione e della gestione di sistemi complessi. I Dottori potranno trovare occupazione presso aziende aeronautiche, agenzie spaziali, enti per la produzione e la conversione dell'energia, imprese impiantistiche, industrie per l'automazione e la robotica, imprese manifatturiere per la produzione, l'installazione, il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione.

Oltre a ciò, grazie alla formazione interdisciplinare prevista, un dottore in ingegneria industriale avrà le competenze specifiche per la progettazione e realizzazione di tutti quei sistemi e impianti per i quali è richiesta la massima affidabilità operativa, per garantire prestazioni, produttività, qualità del prodotto e livelli di sicurezza nel rispetto delle normative vigenti.

Ulteriori ma più limitati sbocchi occupazionali sono previsti nella libera professione (consulenti aziendali, termotecnici, energy managers, etc.), nelle università e negli enti di ricerca pubblici e privati.

Principali Aziende e centri di ricerca nazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca
  • ALENIA
  • ANSALDO
  • AVIO GROUP
  • CESVITEC
  • CIRA- CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI
  • BOSCH/CVIT-EAR
  • BRIDGESTONE TCE
  • ENEA
  • ENEL
  • FIAT GROUP AUTOMOBILES
  • FIREMA TRASPORTI
  • FERRARI S.P.A
  • ISTITUTO DI RICERCHE SULLA COMBUSTIONE DEL C.N.R.
  • ISTITUTO MOTORI DEL CNR
  • LAMBORGHINI
  • PIAGGIO AERO INDUSTRIES
  • PRODE CONSORZIO PER IL DISEGNO E LO SVILUPPO DI PRODOTTI INDUSTRIALI
Principali Atenei e centri di ricerca internazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca
  • Aerospace Engineering Department, Delft University of Technology, Kluyverweg 2, 2629 HS, Delft, The Netherlands
  • Heat and Mass Transfer Laboratory (LTCM), Scuola Politecnica federale di Losanna (EPFL), Losanna, Switzerland
  • National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST), Tzsukuba, Japan
  • Turbomachinery and Propulsion Laboratory, von Karman Institute for Fluid Dynamics, Rhode Saint Genese, Belgium
  • KTH Royal Institute of Technology, Mechanics, Stockholm, Sweden
  • AVL Gmbh, Graz, Austria
  • FEV Gmbh, Aachen, Germany