• Struttura formativa

Attività didattica disciplinare a interdisciplinare

  Tot. CFU N.ro insegnamenti N.ro insegnamenti con verifica finale
Insegnamenti ad hoc previsti nell'iter formativo 70 27 27
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea magistrale // 15 15

Descrizione delle attività di formazione di cui all'art. 4, comma 1, lett.f

Tipologia Descrizione sintetica
Linguistica L’attività di formazione linguistica sarà concordata con i vari Dottorati attivi in Ateneo. Si intende in particolare istituire un corso di inglese tecnico di 80 ore con possibilità di certificazione svolto da un docente madrelingua del CLA (Centro Linguistico di Ateneo, www.cla.unina.it) con il quale esiste una convenzione già firmata

Informatica

L’attività di formazione informatica sarà concordata con i vari Dottorati attivi in Ateneo. Si intende in particolare istituire un corso di programmazione ad oggetti C++ , già on line sulla piattaforma E-learning della Federico II (www.federica.unina.it/corsi/fondamenti-di-informatica/)
Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento L'attività di formazione in oggetto sarà concordata con i vari Dottorati attivi in Ateneo. Ci si avvarrà presumibilmente del supporto del consorzio Eubeo (http://www.consorzioeubeo.it/), esperto nello sviluppo di nuove idee di business, studi di fattibilità per progetti incubatore per nuove idee imprenditoriali, e dei sistemi di finanziamento della ricerca. Il dottorato nasce dalla trasformazione del dottorato Science and Technology Management che aveva ad oggetto anche questo tema
Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale L'attività di formazione in oggetto sarà concordata con i vari Dottorati attivi in Ateneo. Ci si avvarrà presumibilmente del supporto dell’associazione Netval (www.netval.it), esperta nella valorizzazione della ricerca universitaria, nel trasferimento della conoscenza e nel management della ricerca. Vengono organizzate delle Summer School annuali che in passato hanno avuto come tema le società spin-off della ricerca pubblica.

Articolazione dettagliata del processo formativo

I Anno.
L’attività formativa prevede la frequenza di corsi di Laurea Magistrale attivi presso la Scuola Politecnica e delle Scienze di base dell’Ateneo Federico II o presso altri Atenei campani. Tali crediti sono integrati da altri conseguiti attraverso la frequenza ai corsi di base della Scuola o Specifici del Dottorato con particolare riferimento ai corsi di base. Considerata la vastità di interessi del corso di dottorato e la diversificata provenienza culturale dei vincitori della selezione, si ritiene importante un primo anno di riallineamento, in base alle esperienze pregresse e al curriculum assegnato dal collegio.
L'attività di ricerca del I anno è dedicato allo studio di testi specialistici, articoli scientifici e all'acquisizione di tecniche numeriche e sperimentali.
Al termine di ciascun anno gli allievi presentano una relazione sulle attività di formazione svolte; tali relazioni vengono discusse dal Collegio, che valuta l'ammissione all’anno successivo.

II Anno.
Nel corso del II Anno ai dottorandi viene richiesto di completare la loro cultura nelle aree scientifiche di interesse del Dottorato, partecipando a cicli seminariali e svolgendo attività di studio e di ricerca che prevedano periodi di soggiorno in Italia o all'estero, nell'ambito di collaborazioni di ricerca scientifica con gruppi di ricerca di chiara fama.
Viene inoltre definito un tema di ricerca specifico per ciascun dottorando. L'attività di ricerca è caratterizzata dall'affiancamento del dottorando alle attività svolta dal tutor e dal gruppo di ricerca nel quale questi opera, dalla partecipazione alla redazione di memorie scientifiche e dalla frequenza di convegni e workshop sui temi di interesse dell'allievo. 

III Anno.
E’ dedicato al raggiungimento di un sufficiente livello di autonomia e di maturità scientifica del dottorando che elabora una dissertazione scritta descrivente la ricerca svolta e i risultati conseguiti.
Al termine del terzo anno gli allievi presentano una relazione sulle attività di ricerca e formazione svolte; tali relazioni vengono discusse dal Collegio, che delibera l’ammissione all’esame finale.